Post Recuperato da chissà quando.


Non saprei ben dire dove tutto questo è iniziato.
Per questo intendo questa merda di situazione che mi costringe sdraiata su un divano ricoperto da un lenzuolo rosso che nemmeno è della taglia giusta a piangere per niente.

Non capisco se tutto è iniziato con la Laurea o se con il cambio di lavoro o di appartamento o per tutte le cose insieme.

Non riesco a capire che cazzo sta succedendo nella mia cazzo di testa che mi porta da zero a cento talmente veloce da far invidia alla meglio delle auto sportive. Che schifo.

Quando penso a me mi faccio pena e sono arrabbiata. Mi vedo come una persone che deve essere aiutata, che è consapevole che qualcosa non sta andando come dovrebbe ma che nonostante questo, non può farci niente.

Perchè non riesco a controllarmi? ad essere semplicemente me?
Sto sempre a pensare ad apparire in qualche modo, a cosa starà pensando questo, quello, quell'altro...

Mi sento così sola qui nonostante probabilmente in passato io lo sia stata di più, sebbene circondata da più gente.  E quando l'ansia arriva non c'è scusa che tenga e tutto inzia a fare schifo, a non andare bene e chi mi è vicino non mi capisce o non vuole capire e tutto gira e gira e ruota e torna uguale.

Commenti

Post più popolari